Chi siamo

La
Nostra Storia

Siamo una realtà innamorata del digital e specializzata in strategie integrate di comunicazione e marketing.

In questi ultimi tre anni abbiamo maturato esperienza aiutando brand e imprenditori a comunicarsi in ambito digitale in modo originale e innovativo. Ci siamo confrontati con tantissimi settori differenti mettendo sempre al centro la vera anima (da qui il nome “Alma”) di ogni progetto: l’idea.

Il nostro metodo è sviluppato sulla base di quattro passaggi fondamentali:

Il Team

Siamo un team di 15 professionisti che operano in ambito digital. Da noi troverete Strategist, Community manager, graphic designer, sviluppatori, esperti di ux e tantissime altre figure dal nome improbabile pronte ad aiutarvi a innovare.

Luca Naj-Oleari

Founder & Affounder

Il suo ruolo non è ancora chiaro a nessuno. Forse si potrebbe definire responsabile di se stesso. Il suo coraggio è encomiabile: quando le cose vanno bene ricorda a tutti i bei tempi in cui diede vita al piccolo sogno “AlmaCreativa”, quando vanno male si rinchiude nella corazza come un armadillo e rotola via. Famose alcune sue frasi per motivare “se non superiamo la prima fase non passeremo alla seconda” e le sua citazioni colte “non bisogna mai smettere di credere nei miracoli” rubata dal film Batman. Ama viaggiare: dai posti caldi torna ustionato e da quelli freddi influenzato. Non chiude mai per ultimo l’ufficio ma solo perchè non ha la forza per serrare le persiane.

Alice Bascherini

Co-founder & Alice in Wonderland

Vive su un treno che la conduce da Sarzana a Milano e da Milano a Sarzana senza scendere mai. La mattina si alza, apre tutte le pagina da monitorare e si rimette a letto impaurita. Una volta trovato il coraggio non si ferma più: pubblica frasi, poemi, citazioni e contenuti di ogni genere battendo talmente forte le dita sulla tastiera da raccogliere le lamentele dei vicini. Una volta inviate le mail non riceve alcuna risposta perchè la casella di posta non è configurata dal 1997. In meno di un mese ha distribuito più di 1000 biglietti da visita tra parenti e amici. Compositrice seriale di errorini megagalattici come il celebre “CoNfort” riscritto e corretto per 12 volte consecutive all’interno dello stesso documento. Perseguitata dalla legge di Murphy è capace di imprese indimenticabili: impareggiabile il giorno in cui dichiarò di non poter partecipare a una riunione perchè aveva già preso un impegno. L’impegno precedentemente appuntato era proprio la riunione stessa.

Salvador Dalì

Founder of AlmaCreativa

Valentina D'Adda

Project Manager & Dreams Hunter

Predisposta al contatto umano, sensibile e premurosa. Tra le sue qualità quella di provare empatia per tutto. Leggende narrano che un martedì si sia disperata per ore a causa di una matita appena temperata che a detta sua aveva sofferto troppo. Tra le sue qualità spicca quella di impiegare il tempo giusto a fare le cose: celebre la mezza mattina impiegata a cercare di capire come si aprisse il tappino di una penna. Portata a collegarsi simultaneamente con almeno 25 dispositivi (tra cui un Colossus del 1944) con l'unico obiettivo di togliere la rete a tutta la zona 4 di Milano. Ma a lei non importa perchè ha un solo obiettivo: scrivere talmente tanti fogli di calcolo su excel da pubblicare un libro. Rosa. Temutissima durante le trasferte, è capace di farsi recuperare a Pamplona fingendo si trovi sulla strada. E di dirti che ha lasciato il toro meccanico al casello autostradale.

Simone Spugnini

Communication Designer & Surfista di Pistoia

Un web designer impazzito che crea loghi tutto il giorno per brand che ancora non esistono e clienti che non ci hanno mai contattato. E vengono tutti accettati. Tra le sue qualità quella di parlare una lingua mai esistita e di farsi comunque comprendere da tutti (anche se ogni volta che parla in inglese un glossario prende fuoco). Arriva in skateboard e nove volte su 10 torna a casa in ambulanza. Sempre concentrato e attento, soprattutto nel lasciare porte e finestre spalancate quando esce per ultimo dall'ufficio. Celebre la sua collezione di Crackers, in grado di far invidia alle scorte di un castoro che si prepara all'inverno.

Valentina Sagnibene

Community Manager & Custode dei Segreti di Hogwarts

Di professione Community manager. Ama la scrittura in tutte le sue forme soprattutto quando si nasconde tra le pagine di un libro di Harry Potter. La leggenda narra che un giorno in cui si sono accavallati più piani editoriali sia riuscita a produrre più contenuti che l’intero algoritmo di Facebook in un anno intero.

Vista la sua grande capacità di affrontare un pranzo di diciotto ore senza proliferare verbo è stata elevata al prestigioso ruolo di “custode di tutti i segreti del team e dell’Area 51”. Capacità avvalorata da un’altra competenza imprescindibile: mimetizzarsi dietro il suo pc gigante per sfuggire alle richieste asap.

Per affrontare in modo funzionale un nuovo progetto applica il metodo introspettivo dell’immedesimazione. Ama calarsi talmente tanto nella realtà che deve comunicare che prima di accettare di gestire le pagine di Sikkens ha testato sul campo le nuove vernici offrendosi di riverniciare il Kilometro Rosso e per Imago Mundi si è trasferita a Montmartre per tre settimane per vivere come una vera artista.

Si è trovata così bene che non è più tornata.

Thomas Paganini

Community Manager & Mister No

Il suo ruolo principale all’interno del team è dire sempre di “no”.

Abilissimo nello smontare i sogni altrui solo per l’impareggiabile gusto di farlo e nel portare avanti una visione per decenni senza mai argomentarla.

Il suo “stai tranquillo” è più temuto del boma con tremende raffiche di vento. Attentissimo alle scadenze: l’unica che non buca mai (al contrario della gomma del motorino) è il calcetto del lunedì.

Abituato a suonare in una boy band, ogni tanto si fa prendere dall’entusiasmo e spacca la tastiera sul pavimento come fosse una Les Paul del ’54.

Famoso per la sua capacità di essere onnipresente senza mai essere da nessuna parte. La sua capacità di rendersi irreperibile e inventarsi appuntamenti fissati da mesi per non comunicare un evento live a tratti è commovente.

Famoso anche per le umili entrate in ufficio con occhiali da star e camminata suadente da modella di Victoria’s Secret per aver raggiunto 10 follower su una pagina.

È l’unico che segue tutti i trend del momento con il solo obiettivo di non essere alla moda. Ha raccontato talmente tanti eventi live che ora vive sospeso in un lasso temporale in cui le cose più fighe accadono solo in sua presenza. Ma d’altronde come potrebbe essere il contrario?

Jessica Piccaia

Digital strategist & Fashion Influencer

Ricopre un ruolo di assoluta responsabilità trovandosi a capo di una divisione in cui c’è solo lei.

È all’unanimità riconosciuta come la Campionessa mondiale delle presentazioni. Le singole slide dei suoi power point, infatti, sono frutto di studio alla Columbia University per l’incredibile capacità di affermare una cosa e il suo esatto contrario nell’arco di pochissime righe. Tra le sue capacità principali quella di non essere mai aggiornata perché perde troppo tempo ad aggiornarsi.

Tra i suoi marchi di fabbrica l’ordine nella gestione del desk. Ci sono più fogli sparsi dietro al suo pc che in una scrivania del Washington Post e più cose da sgranocchiare che nella dispensa di MasterChef.

Ha una visione coraggiosa e positiva del futuro che la induce a salutare tutti i clienti con “addio”.

Influencer dal potenziale infinito: ha ottenuto talmente tanti like per una singola foto da diventare il primo centro media al mondo impersonificato in una figura sola. Ora rivende cuori a 0,14 cent.

To be
Continued

Cosa
Facciamo

Realizziamo strategie di comunicazione e branded content utilizzando gli strumenti più adatti e innovativi.

Branded
Content

Social Media
Strategy

User Experience

Digital
Development

Video
Marketing

Special
Activation

Advertising Campaign

Analytics